Quali sono le principali tecniche di stampa su maglietta?

ingresso in forno

Devi stampare delle magliette e non sai da dove cominciare? Innanzitutto, in base al budget, alla quantità di articoli ed alle grafiche da stampare, è necessario informarsi sulle principali tecniche di stampa esistenti per poter stampare su tessuto. Prenditi qualche minuto per leggere attentamente la nostra rapida guida, dopo ti sembrerà tutto più facile.

Serigrafia

La serigrafia è la tecnica più comunemente utilizzata nel settore dei servizi di stampa.
Innanzitutto il disegno da realizzare viene scomposto in colori primari mediante appositi software. Successivamente vengono sviluppati i telai di stampa (uno per ogni colore), i quali vengono collocati sulla giostra serigrafica. Dopo il posizionamento dei telai si inizia a stampare sui prodotti, che verranno sottoposti ad un ulteriore passaggio in un apposito forno, per fissare gli inchiostri al tessuto.

PRO: È una tecnica ideale per tirature elevate, soprattutto nel caso di disegni molto semplici, perché si riescono ad ottenere economie di scala e di conseguenza costi contenuti. Molto resistente ai lavaggi, può essere realizzata su qualsiasi tipo di tessuto con risultati eccellenti.

CONTRO: Poiché la serigrafia prevede alcuni costi fissi (ad esempio, il costo di realizzazione del  telaio), è antieconomica e quindi sconsigliata al di sotto di una data quantità. Inoltre, i costi variano anche in base alla complessità del disegno da realizzare e dal numero di colori di cui è composto.

Stampa digitale diretta

Questa tecnica è nata recentemente e si è sviluppata solamente negli ultimi anni. Il processo è molto simile a quello che si effettua a casa o in ufficio quando si stampano testi o immagini su fogli di carta. La differenza sta nel macchinario utilizzato: anziché stampare su carta, esso stampa direttamente su tessuto, con l’ausilio di appositi inchiostri. In questo settore, le aziende leader che producono macchinari altamente tecnologici ed all’altezza di realizzare stampe in digitale di alta qualità sono due: Kornit, azienda israeliana e Aeoon, azienda austriaca. Sconsigliamo di stampare in digitale se il fornitore non dispone di una di queste tecnologie.

PRO: È una tecnica ideale per realizzare qualsiasi tipo di disegno, infatti la stampa risulta ottimale anche per immagini fotografiche in alta risoluzione. Un altro vantaggio è dato dalla flessibilità di questa tecnica, che dà la possibilità di stampare anche un solo pezzo, ad un costo ridotto. Non prevede costi fissi aggiuntivi oltre a quello di stampa ed il risultato cromatico è davvero eccezionale.

CONTRO: La resistenza ai lavaggi della stampa digitale diretta è tendenzialmente inferiore rispetto a quella della serigrafia, che potremmo definire eterna, ma comunque di lunga durata. I costi di questa tecnica di stampa non permettono di ottenere economie di scala all’aumentare della quantità acquista. per le grandi quantità potrebbe diventare più costosa se paragonata alla serigrafia soprattutto nel caso di disegni semplici. E’ molto difficile ottenere dei buoni risultati su tessuti sintetici.

Applicazioni a caldo

Questa è la tecnica attraverso la quale vengono incise delle pellicole termo adesive attraverso l’utilizzo di plotter da taglio per essere poi successivamente applicate grazie al calore di un pressa termica sul tessuto.
Questa tecnica è semplice così come deve essere il disegno da stampare, possibilmente monocolore.

PRO: Dai costi contenuti, offre i vantaggi del transfer e permette di stampare disegni molto semplici anche su un solo capo.

CONTRO: L’applicazione, anche se ben eseguita, tenderà a screpolarsi e a rovinarsi, data anche la scarsa resistenza ai lavaggi nel tempo. Solitamente la scelta del colore è limitata sulla base dei colori di pellicola disponibile presso il produttore.

Considerazioni – Si suggerisce di non prendere in considerazione questa tecnica se è disponibile la stampa digitale diretta.

Ricamo

Il ricamo viene solitamente utilizzato per realizzare piccoli loghi ed il risultato, se l’applicazione è eseguita da veri professionisti, dona prestigio a qualsiasi capo. Solitamente questa tecnica viene utilizzata per personalizzare divise o abbigliamento professionale (alberghi, ristoranti, circoli nautici etc), con l’obiettivo di conferire un valore aggiunto a qualsiasi capo, con quel qualcosa in più rispetto alla stampa digitale o alla serigrafia.

PRO: Se il ricamo viene eseguito a regola d’arte, il risultato è davvero eccezionale.

CONTRO: I costi di realizzazione sono elevati e prevede anche vari costi fissi di impianto.

Stampa sublimatica

Questa tecnica viene utilizzata principalmente per realizzare stampe allover cioè su tutto il capo. Solitamente viene eseguita prima della fase di assemblaggio del prodotto e subito dopo la fase di taglio del tessuto. Viene realizzata la stampa su una speciale carta mediante l’uso di plotter caricati con relativi inchiostri appositi. Successivamente viene utilizzata una calandra riscaldata, in cui viene srotolata la carta stampata e accoppiata al tessuto da impressionare. All’uscita dalla calandra il tessuto avrà accolto l’inchiostro che gli è stato ceduto dalla carta grazie alla temperatura. E’ possibile realizzare questa tecnica anche su capi già confezionati, ma in questo caso necessariamente saranno presenti dei difetti dovuti all’irregolarità del tessuto una volta assemblato.

PRO: Il risultato, in termini di brillantezza dei colori, è strabiliante. Permette di stampare l’intero capo e qualsiasi tipo di disegno, senza alcun tipo di limite a sfumature, dettagli o simili.

CONTRO: Essendo un sistema di personalizzazione molto caro, deve essere realizzato prima dell’assemblaggio del prodotto. Può essere realizzato solo su tessuti con forte presenza di poliestere o materiali sintetici in genere.

Ora che hai le idee un po’ più chiare, visita il nostro sito Burger Print per stampare le tue t-shirt online!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *